Dalia Kaddari una Bella realtà sarda

14 Luglio 2017

La campionessa quartese intervistata da Roberto Spezzigu prima della partenza per gli Europei di Grossetto

di Sardegna

L’atletica leggera sarda con la promettente sprinter quartese Dalia Kaddari sarà protagonista agli imminenti campionati europei di Grosseto.  Dalia Kaddari infatti corre più veloce del tempo ed è stata chiamata a rappresentare l’Italia ai prossimi campionati europei junior (under 20) in programma a Grosseto dal 20 al 23 luglio, dove sarà, lei classe 2001 primo anno allieve, una delle più giovani presenti in gara dimenticando, grazia alla passione per l’atletica, il richiamo delle passerelle.  La sua straordinaria galoppata sui 200 metri ai campionati italiani allieve di Rieti, dove aveva vinto il titolo tricolore di categoria stracciando tutte e fermando il cronometro sul nuovo record italiano allieve (under 18) di 23”68 aveva lanciato prepotentemente la sua candidatura alla rassegna europea toscana. Con questo tempo aveva cancellato dall’albo d’oro dei record italiani un nome importante come la siciliana Vincenza Calì (che vantava 23”83 stabilito nel 2000 proprio a Grosseto) e questa prestazione cronometrica ha inserito di diritto l’atleta della Tespiense Quartu nella lista delle convocate a questa 24^ edizione della rassegna continentale junior dove Kaddari sarà chiamata a rappresentare l’Italia nei 200 metri e nella staffetta 4x100.


 

 “Per noi è la prima esperienza in nazionale e a un confronto internazionale - stempera i toni dell’entusiasmo l’esperto tecnico Fabrizio Fanni, presente questi giorni al raduno tecnico dei convocati a Grosseto assieme alla Kaddari da dove faranno rientro oggi (venerdì) a Quartu per ritornare in Toscana già martedì prossimo in attesa delle gare, che conclude -Ora siamo qui e balliamo. Dalia ha il nono tempo delle iscrizioni provvisorie ma bisogna tener conto che è molto giovane e inesperta. Non voglio e non deve esser caricata di troppe aspettative”.  

Per la Kaddari, atleta più che graziosa (con il vezzo delle unghie lunghissime) studentessa al liceo linguistico di Quartu nata il 23 marzo del 2001 da madre quartese e padre magrebino da sempre in Sardegna, il 2017 è stato un anno atleticamente fantastico sotto diversi profili. Ti aspettavi questi risultati?

“Sinceramente no, o perlomeno non a questi livelli. Mi aspettavo di andar bene e di migliorare ma non di raggiungere questo ambito e questo standard”.


 Cosa ti aspetti da questi campionati europei di Grosseto?

“Arrivare agli europei under 20, per me che sono categoria allieve, è una grande soddisfazione. Poi a Grosseto vedremo cosa succede. Francamente non ho nessuna aspettativa”.

 Dove può e dove vuole arrivare Dalia Kaddari e qual’è il sogno custodito nel cassetto?

“ Non lo so. A dir la verità non faccio programmi particolari. Penso solo a allenarmi e a migliorare. Il sogno è quello di ogni atleta:arrivare a correre alle Olimpiadi “.

 Sei arrivata all’atletica attraverso i Giochi Studenteschi ma tu hai anche altri interessi, visto che hai fatto sfilate di moda e partecipato, vincendo, anche a concorso di bellezza. Curerai ancora questi interessi ?

“E’ vero . Ho fatto qualche sfilata e vinto un concorso di bellezza, ma è una cosa che curo senza particolare impegno. L’atletica per me è molto più importante e voglio impegnarmi per ottenere i migliori risultati possibili. Anzi devo ringraziare, per il grande supporto che mi viene dato, il mio tecnico Fanni, che è come un amico e un padre, e la società della Tespiense con il presidente Mario Cappai “




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate