Riecco Galvan: 45.75 a Lignano

11 Luglio 2018

Nel meeting friulano il primatista italiano dei 400 scende sotto i 46 secondi dopo due anni, con lo standard di iscrizione per gli Europei, mentre brilla il keniano Korir in 44.52. Sui 400hs Vergani 49.76.


 

Protagonisti i 400 metri nel 29° Meeting internazionale Sport Solidarietà di Lignano Sabbiadoro, in provincia di Udine. Il crono più veloce è dell’atteso Emmanuel Korir che sfodera un giro di pista da applausi: 44.52 e record del meeting. In questa stagione il 23enne keniano ha già corso in 44.21 per diventare l’atleta con la migliore accoppiata di sempre tra 400 e 800 metri (1:43.10 il personale sulla doppia distanza). Nell’altra serie cresce Matteo Galvan: dopo due anni il primatista italiano torna sotto i 46 secondi con 45.75. Il vicentino delle Fiamme Gialle, oggi soltanto alla seconda uscita del 2018 nei 400, non riusciva ad abbattere questo muro dal record nazionale (45.12) firmato nella rassegna continentale di Amsterdam. Per Galvan arriva quindi lo standard di iscrizione alla prossima edizione degli Europei (Berlino, 6-12 agosto), che è di 45.80, e il secondo posto nella gara vinta dallo statunitense Vernon Norwood (45.56), con Michele Tricca (Fiamme Gialle) quarto in 46.45, invece nella precedente serie il campione europeo under 20 Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) eguaglia il primato stagionale di 46.26.

VERGANI 49.76 NEI 400HS - Sulla pista di Lignano, nella gara dei 400 ostacoli, arriva dalla seconda serie il vincitore del 5° Trofeo Ottavio Missoni: il russo Timofey Chalyy in 49.27. Alle sue spalle Lorenzo Vergani va ancora sotto i 50 secondi con 49.76. Parte forte il 24enne del Cus Pro Patria Milano, che un mese fa al meeting di Ginevra ha corso in 49.37, poi un’incertezza all’ottava barriera non gli impedisce di realizzare il terzo risultato in carriera. Più dietro gli altri italiani: Eusebio Haliti (Esercito, 50.82) e Leonardo Capotosti (Fiamme Gialle, 50.90) seguiti da Mattia Contini (Aeronautica, 50.98).

OTTOCENTISTI IN PROGRESSO - L’azzurra Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova) ritocca il suo miglior risultato dell’anno con 2:01.80 negli 800 e finisce terza, dietro alla britannica Alexandra Bell (2:00.13) e alla statunitense Lauren Johnson (2:00.87). Tra gli uomini si fa notare Stefano Migliorati (Cs San Rocchino), campione italiano assoluto in carica, con 1:47.53 per il nuovo record personale con cui diventa capolista nazionale del 2018. Il 23enne bresciano che studia oltreoceano (in East Carolina) nel mese di giugno ha partecipato alle finali Ncaa, il campionato universitario americano, e oggi si piazza ottavo con il successo all’australiano Joshua Ralph (1:46.68).

BUSSOTTI E BELLÒ NEI 1500 - Joao Bussotti (Esercito) mette in mostra un buon finale di gara sui 1500 per chiudere a un soffio dal season best in 3:38.40, mentre vince il britannico Neil Gourley (3:36.54). Al femminile ancora un primato di Elena Bellò. La mezzofondista vicentina delle Fiamme Azzurre, quest’anno 2:02.28 sugli 800, si porta a 4:12.31 ed è settima nei 1500 della statunitense Elinor Purrier (4:07.79), decima Joyce Mattagliano (Esercito) in 4:16.14 con il secondo crono personale.

100 GIAMAICANI - Gli sprinter trovano il vento contrario sul rettilineo: il giamaicano Tyquendo Tracey conquista i 100 metri in 10.23 (-1.0) per battere il connazionale Nesta Carter (10.28) e il sudafricano Henricho Bruintjies (10.30), invece non prende il via Tyson Gay dopo il terzo posto in batteria con 10.46 (-1.4). Per il tricolore Federico Cattaneo (Atl. Riccardi Milano 1946), terzo posto in 10.50 (-1.4) nella finale B.

TOBE 2,32 - Il pubblico si accende per i salti di Naoto Tobe, 26enne giapponese che nell’alto si migliora di un centimetro con 2,32, misura superata alla seconda prova come 2,26 e 2,30, prima di attaccare senza fortuna il record nazionale a 2,34. Nel lungo 6,67 (+0.7) vincente dell’australiana Brooke Stratton.

PARALIMPICI - Presente in veste di ospite d’onore la giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce, pluricampionessa olimpica e mondiale dei 100 metri, che ha accompagnato gli atleti disabili nella loro prova sui 50 metri. Anche quest’anno la giamaicana ha scelto Lignano come sede di allenamento, insieme a diversi connazionali. Nell’evento organizzato dalla Nuova Atletica dal Friuli e targato EA Premium Meeting, in programma come di consueto anche gare paralimpiche con il discobolo Oney Tapia (Fiamme Azzurre) che lancia 45,50 e avvicina il suo record mondiale per la categoria non vedenti F11. [RISULTATI/Results]

DESALU 20.76 A BARCELLONA - Quarto posto dell’azzurro Eseosa Fausto Desalu nei 200 metri al meeting internazionale di Barcellona, in Spagna. Il 24enne delle Fiamme Gialle chiude in 20.76 (+0.6) mentre si impone nettamente il campione europeo, l’iberico Bruno Hortelano, con un notevole 20.19 per il suo miglior crono dell’anno. [RISULTATI/Results]

Luca Cassai

VIDEO | RIVEDI LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DEL MEETING DI LIGNANO 2018

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: