Impianti FIDAL Lazio, si riparte così dal 21 maggio

20 Maggio 2020

Protocollo per le riaperture dal 21 maggio delle strutture gestite dal CR. Martellini, Paolo Rosi e Giannattasio (c’è tabella oraria) oltre a Tivoli, Latina e Viterbo. Martelli: “Così ce la facciamo”

 

“Ripartiamo, in sicurezza e nel pieno rispetto delle regole”: così il presidente di FIDAL Lazio, Fabio Martelli, annuncia la riapertura da domani, giovedì 21 maggio, degli impianti gestiti dal comitato regionale. “Distanziamento sociale e rispetto dei protocolli igienico-sanitari. Sono queste le basi a cui faremo affidamento per riprendere” dice Martelli. È stato elaborato da FIDAL Lazio un documento che consente la riapertura in sicurezza delle strutture gestite direttamente: “Martellini, Paolo Rosi e Giannattasio, oltre a Tivoli, Viterbo e Latina saranno fruibili rispettando il protocollo che trovate di seguito. Le tabelle orarie che sono allegate in coda all’articolo sono, invece, relative ai soli impianti Martellini, Paolo Rosi e Gianattasio – aggiunge Martelli – solo attenendoci alle regole potremo ripartire alla grande, così come auspichiamo da settimane, dopo aver superato il momento più buio. L’atletica ha bisogno di tutte le sue componenti per tornare alla normalità. Insieme ce la faremo”. 

 

Regole accesso Campi FIDAL Lazio – Fase 2 Emergenza COVID 19

 

Il presente documento definisce le regole di accesso ai Campi gestiti dalla FIDAL Lazio nel Comune di Roma, in funzione della Fase 3 dell’emergenza COVID 19.

Al fine di organizzare la riapertura degli Impianti per garantire il distanziamento sociale e la massima sicurezza, la FIDAL Lazio ha messo in atto varie iniziative, tra cui lo studio e la conseguente definizione di stringenti criteri che regolano l’accesso agli Impianti.

In questo documento verranno definite le direttive di accesso agli impianti nel periodo della cosiddetta Fase 2, fermo restando che tali norme potranno essere tempestivamente modificate qualora dovessero evidenziarsi situazione critiche per qualsiasi motivo. Questo primo periodo vedrà la suddivisione in fasce orarie e per società.

Per fare questo, la FIDAL Lazio ha definito gli ingressi per fasce orarie e numeri di entrata per Società, atleti possessori di Run Card, atleti non tesserati per alcuna Società ma in possesso di regolare Certificato Medico Agonistico, atleti tesserati con EPS. Gli atleti di Interesse Nazionale secondo la definizione ante DPCM del 4 Maggio 2020 potranno accedere ai campi in qualsiasi fascia oraria. 

I dati relativi ai tesserati, ai tecnici, alle presenze presso i singoli campi sono stati richiesti dalla FIDAL Lazio a tutte le Società. Questi dati sono stati utilizzati per definire una strategia di regolamentazione degli ingressi sui campi gestiti dalla FIDAL Lazio, ed individuarne eventuali criticità.

Visto l’alto numeri degli ingressi necessari a garantire una corretta ripresa dell’attività per tutte le categorie sopra elencate, si è ritenuto opportuno aumentare le presenze nell’impianto da 75 per fascia oraria a 153 per fascia oraria, calcolato in base al disciplinare di FIDAL nazionale.

 

Regole generali d’ingresso

Tutti gli utenti saranno tenuti al rispetto delle regole del campo, con l’ulteriore applicazione del protocollo di sicurezza definito per il COVID 19.

Sono assolutamente vietati comportamenti non rispettosi delle regole, come non rispettare il distanziamento o sputare; i trasgressori potranno essere allontanati dai custodi e il permesso revocato dalla Fidal Lazio.

L’ingresso per le fasce orarie sarà consentito ESCLUSIVAMENTE nei primi 15 minuti della fascia di interesse, per consentire i controlli in sicurezza da parte del personale, e l’eventuale attesa dovrà avvenire nel rispetto del distanziamento sociale. Al di fuori del primo quarto d’ora, non sarà possibile accedere all’impianto per quella fascia oraria, in maniera tale da permettere agli addetti la verifica del comportamento in campo.

L’accesso avverrà attraverso le porte centrali e gli atleti potranno sostare all’interno degli impianti, in attesa di essere registrati, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza COVID 19.

Al momento dell’accesso in campo gli addetti verificheranno il rispetto dei numeri di ingresso consentiti per singola Società, sia in termini di atleti che di tecnici al seguito, la temperatura corporea così come richiesto dal protocollo di sicurezza, la validità del Certificato Medico Agonistico ed il titolo di ingresso secondo il regolamento della FIDAL Lazio.

I genitori che accompagnino i propri figli nelle fasce orarie di accesso potranno sostare sulle tribune degli impianti, negli spazi appositamente loro riservati e segnalati, rispettando il distanziamento previsto e indossando la mascherina.

Gli atleti e tecnici in campo faranno riferimento ai Punti di Sicurezza segnalati con numerazione da 1 a 5 al fine di distribuirsi quanto più possibile nell’impianto e ridurre al minimo il rischio di assembramento.

L’uscita, che avverrà con un percorso diverso rispetto all’ingresso (si fa riferimento alle norme di ciascun impianto), dovrà avvenire ASSOLUTAMENTE entro 5’ prima dal termine di orario della fascia.

Si raccomandano tecnici e accompagnatori a vario titolo di indossare la mascherina.

Le società avranno a disposizione un numero di ingressi massimo e il tecnico sociale (nel rispetto dei numeri assegnati) avrà la possibilità di allenare anche atleti tesserati per altre società.

Lo schema allegato dovrà essere rispettato scrupolosamente fino a nuove disposizioni. Le fasce orarie 08:00-10:00 e 12:00-14:00 sono riservate a tutti gli atleti Master, Run Card e con Certificato Medico Agonistico valido che non svolgono allenamenti collettivi con le società di appartenenza.

Il CR Lazio si riserva la facoltà di variare a suo insindacabile giudizio fasce orarie e gruppi di appartenenza qualora fosse necessario.

Per tutte le Società che ne faranno richiesta verrà identificata ed assegnata una zona per le attività di Avviamento al di fuori del sedime della pista di atletica leggera.

Il CR Lazio esaminerà tutte le richieste delle Società al fine di riportare l’apertura degli impianti quanto più vicina possibile alla normale attività pre-emergenza COVID 19.

File allegati:
- TABELLA MARTELLINI
- TABELLA PAOLO ROSI
- TABELLA GIANNATTASIO


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate