Auguri Rita Marchisio

14 Febbraio 2020

Rita Marchisio piemontese DOC ha tagliato il traguardo delle 70 promavere.

 

Ha compiuto ieri 70 anni una delle più grandi atlete non solo del Piemonte, ma dell’Italia, una pioniera della corsa su strada, una donna che ha saputo imporre con la sua modestia, ma anche con la sua classe, il rispetto per lo sport rosa, Rita Marchisio, anzi Margherita è il suo nome intero.

Il 21 gennaio del 1982 vincendo a sorpresa la maratona di  Osaka in 2h32’55”, record italiano, calamitò l’attenzione dello sport italiano verso una specialità ancora poco considerata e soprattutto al femminile. Rita aveva cominciato a correre a 24 anni, ma ben presto fu un’atleta di grande rilievo, 22 maglie azzurre (18 ufficiali), 20 maratone, dopo Osaka ricordiamo 1983 Helsinki 11a 2h35’08”, 1984 New York nona 2h41’18”, 1985 Hiroshima sesta 2h36’00”, 1986 Osaka terza 2h35’41”, 1987 Venezia 2h29’36” campionessa italiana, 1988 Carpi prima 2h31’08”.

A Roma nel 1985 arrivò nona, con Laura Fogli sesta e Emma Scaunich settima l’Italia salì sul secondo gradino del podio. Due titoli anche di Mezza Maratona nel suo palmares, nell’ 83 in 1h15’01”  e nell’84  in 1h12’20” e uno nei 10.000 su pista nell’84.

Appese le scarpe al chiodo ha guidato con successo per molti anni la sua società di sempre, l’Atletica Roata Chiusani vincendo il Premio Aruga come dirigente sportivo nel 2012. Tanti auguri cara Rita, un esempio di amore per l’Atletica.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate