Montagna. Domenica i mondiali

13 Settembre 2018

Nel Principato di Andorra la rassegna iridata. Cinque i piemontesi: Martin e Bernard Dematteis, Alessia Scaini, Alessandro Mello Rella, Erica Ghelfi.


 

La nazionale di corsa in montagna è partita questa mattina dal raduno di Sestriere. Destinazione: Canillo nel Principato di Andorra dove sabato 15 settembre andranno in scena i Campionati Mondiali di Corsa in Montagna (salita).

In campo maschile gli azzurri si presentato da campioni europei in carica: nella rassegna continentale di Skopje infatti a luglio è arrivata una storica tripletta (oro Bernard Dematteis, argento Cesare Maestri, bronzo Martin Dematteis) che ha certificato la leadership degli azzurri nel vecchio continente.

Più difficile la competizione su scala mondiale, dove Kenya e Uganda sono le nazioni da battere. A provarci come sempre ci saranno i gemelli cuneesi Dematteis che nel 2017 furono argento a squadre insieme a Chevrier e Maestri, assenti in questa edizione.

Squadra maschile completata da Francesco Puppi, campione mondiale 2017 di lunghe distanze a Premana, e Nadir Cavagna.

Nelle categorie juniores da seguire la torinese Alessia Scaini e il biellese Alessandro Mello Rella, entrambi portacolori dell’Atl. Saluzzo. Scaini è reduce da uno splendido quarto posto individuale agli Europei di Skopje e dall’oro europeo a squadre, seconda nel campionato italiano soltanto alla campionessa europea Angela Mattevi. Proprio la squadra juniores femminile, completata da Gaia Colli e da Linda Palumbo, può avere ambizioni da podio iridato. Per Alessandro Mello Rella, bronzo ai campionati italiani di categoria, si tratta del debutto con la maglia azzurra.

Ancora Piemonte infine nella squadra assoluta femminile con la presenza di Erica Ghelfi (Vittorio Alfieri Asti); anche per lei esordio con la maglia azzurra che fa seguito al quinto posto dei campionati italiani in una squadra femminile orfana delle campionesse Gaggi, Belotti e Bottarelli ma che potrà contare sulla maratoneta Emma Linda Quaglia, Elisa Sortini e Gloria Anna Rita Giudici.

IL SITO WEB DELL'EVENTO



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate