Gaia Sabbatini, buon esordio a Birmingham

21 Maggio 2022

Nella seconda tappa della Diamond League, l'atleta teramana delle Fiamme Azzurre nona in 2'01"38

 

Al meeting di Birmingham, seconda tappa della Diamond League, il principale circuito internazionale di atletica, Gaia Sabbatini ha fatto l’esordio stagionale classificandosi nona nella gara degli 800 con il tempo di 2’01”38. Gara dominata dalla britannica Keely Hodgkinson in 1’58”63, argento olimpico a Tokyo, davanti alla francese Renelle Lamote 1’59”53. La Sabbatini ha cercato di rimontare nel finale, cercando di sfruttare un difficile corridoio interno, dopo essere rimasta in fondo al gruppo per tutta la prova. Le prime due atlete sono state le uniche sotto i 2 minuti. Un cimento con coefficiente di difficoltà molto elevato, ma scelto appositamente dall’atleta teramana delle Fiamme Azzurre per prepararsi al meglio per i 1500, dove esordirà a Eugene, negli USA, sabato 28 maggio. A fine gara la Sabbatini, che detiene un primato personale di 2’00”75 risalente all’anno scorso, si è dichiarata soddisfatta dell’esordio stagionale, pur ammettendo l’errore tattico. La gara non è stata molto veloce: 3^ Natoya Goule (Giamaica), ottava a Tokyo, 2’00”13, 4^ Sage Hurta (USA) 2’00”48, 5^ Alexandra Bell (GB), settima a Tokyo, 2’00”67, 6^ Christina Hering (Germania) 2’00”82, 7^ Lindsey Butterworth (Canada) 2’01”20, 8^ Louise Shanahan (Irlanda) 2’01”35, 10^ Katharina Trost (Germania) 2’01”80.   



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate