Gaia Sabbatini e Daniele D'Onofrio agli Europei di Monaco di Baviera

03 Agosto 2022

Dal 15 al 21 agosto. La Sabbatini presente sui 1500 con ambizioni importanti, D'Onofrio in maratona

 

Non solo Gaia Sabbatini, ma anche Daniele D’Onofrio. Sono due gli abruzzesi convocati per gli Europei di atletica leggera in programma dal 15 al 21 agosto a Monaco di Baviera. Il direttore tecnico Antonio La Torre ha selezionato 101 atleti (54 uomini, 47 donne). Gaia Sabbatini, atleta teramana delle Fiamme Azzurre, classe 1999, cresciuta nell’Atletica Gran Sasso, sarà schierata sui 1500, dove cercherà di riscattare l’eliminazione dalla finale dei Mondiali di Eugene, squalificata per aver involontariamente danneggiato un’avversaria nella semifinale. Ma le sue condizioni non erano delle migliori, reduce da un infortunio muscolare patito a fine giugno in allenamento che non le aveva nemmeno consentito di disputare i campionati italiani Assoluti a Rieti. Questa volta arriva con una preparazione più accurata e con aspirazioni da protagonista. Vanta la quarta prestazione europea stagionale con 4’01”93, che è anche il primato personale in carriera, stabilito al meeting di Eugene il 28 maggio scorso, in Diamond League. La Sabbatini si collauderà, intanto, nell’importante meeting di Montecarlo il 10 agosto, sui 1500, valevole per la Diamond League. La favorita d’obbligo degli Europei è la britannica Laura Muir, terza ai Mondiali e uno stagionale di 3’55”28, che sembra inattaccabile per l’oro. Con accrediti stagionali sopra i 4 minuti le altre: la rumena Claudia Bobocea, 4’01”10, e la polacca Sofia Ennaoui, quinta ai Mondiali con 4’01”43, che precede in graduatoria la Sabbatini. Sui 1500 saranno schierate anche Federica Del Buono (Carabinieri) con accredito di 4’03”45, settima in graduatoria europea, Ludovica Cavalli (Aeronautica Militare), con accredito di 4’05”79.

Per Daniele D’Onofrio, atleta delle Fiamme Oro classe 1993 originario di Scontrone, cresciuto anche lui nell’Atletica Gran Sasso, non è la prima convocazione in azzurro. La sua prima esperienza in azzurro risale agli Europei 2016 di Amsterdam, ma sulla distanza della mezza maratona. Questa volta si è guadagnato un posto per la gara di maratona, che nell’attuale stagione ha corso in 2h 11’43” il 22 febbraio a Siviglia, che è anche il suo primato personale. E’ trentesimo nella graduatoria europea stagionale. Saranno schierati con lui altri tre azzurri: Daniele Meucci (Esercito), l’atleta di punta con uno stagionale di 2h 09”25, campione europeo nel 2014 a Zurigo, Stefano La Rosa (Carabinieri) stagionale di 2h 11’24”, René Cuneaz (CUS Pro Patria Milano), stagionale di 2h 12”48. Da precisare che il settore tecnico nazionale punta molto sulla maratona degli Europei e, al riguardo, ha preferito non giocare questa carta ai Mondiali di Eugene, dove l’Italia non ha schierato maratoneti.    


Daniele D'Onofrio


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate