Birmingham: Tamberi per mettere le ali

20 Maggio 2022

Sabato la seconda tappa della Wanda Diamond League: il campione olimpico torna in gara dopo il 2,20 di Doha. Battocletti nei 5000, Sabbatini negli 800. DIRETTA TV su Rai Sport e Sky Sport Arena

 

Diamond League, secondo atto. Gianmarco Tamberi per il riscatto nell’alto, Nadia Battocletti per confrontarsi con le più forti nei 5000, Gaia Sabbatini per inaugurare la stagione negli 800. Sabato pomeriggio il circuito dei diamanti fa tappa in Gran Bretagna, a Birmingham, nel rinnovato Alexander Stadium.

TAMBERI CON GASCH E KERR - Smaltita la delusione per il 2,20 di Doha, il campione olimpico del salto in alto è subito pronto a voltare pagina: “Non vedo l’ora di gareggiare - le sue parole nella conferenza stampa della vigilia, al tavolo insieme al giamaicano oro olimpico dei 110hs Hansle Parchment e alla statunitense bronzo di Tokyo dei 200 Gabby Thomas - a Birmingham non è mai andata a bene ma ora lo stadio è tutto nuovo…”. Il riferimento è all’ottavo posto del 2016 e al settimo del 2017 (sempre con 2,20), mentre nel 2018 rinunciò in extremis. Il saltatore delle Fiamme Oro prosegue il proprio avvicinamento verso i Mondiali di Eugene, in un pomeriggio che lo vedrà opposto allo svizzero d’argento ai Mondiali indoor di Belgrado Loic Gasch e al neozelandese Hamish Kerr con cui ha condiviso la medaglia di bronzo in Serbia. In pedana anche lo statunitense Shelby McEwen, il canadese Django Lovett, il polacco Norbert Kobielski e il britannico Joel Clarke-Khan. Ha rinunciato invece il coreano campione del mondo indoor Woo Sang-hyeok: “Sinceramente mi cambia poco - le parole di Gimbo - In questo momento della stagione devo concentrarmi su me stesso per sistemare la tecnica e saltare come si deve. È un processo che richiede tempo. In queste gare ciò che conta è capire e sistemare più cose possibile, giorno dopo giorno, per essere a Eugene nella miglior condizione possibile. In questo sport la cosa che conta è vincere la gara importante”. In conferenza stampa, il 29enne marchigiano allenato dal papà Marco ha passato in rassegna tanti temi tra cui le riflessioni post-Tokyo (“Dopo aver realizzato cosa ho fatto, l’idea di conquistare l’ultimo oro che mi manca, quello Mondiale, mi ha ridato motivazioni”), l’arrivederci alla mezza barba (“Per ora ho detto basta alla scaramanzia, il focus è soltanto sulle gare… ma non è detto che non tornerò halfshave”), il gesso (“È una parte del mio viaggio, non mi ci sono mai separato”) e l’atleta del passato che ammira di più: “Lo svedese Stefan Holm, per la sua tecnica meravigliosa. Ho sempre provato a imparare dai rivali per migliorarmi”. 

BATTOCLETTI VS ETIOPIA - Meglio di lei alle Olimpiadi di Tokyo, tra le iscritte di Birmingham, ha fatto soltanto l’etiope Ejgayehu Taye, quinta classificata la scorsa estate in Giappone nella gara in cui Nadia Battocletti è stata splendida settima. È il primo 5000 dell’anno per la 22enne trentina che nella passata stagione ha sfiorato il record italiano di Roberta Brunet (oggi il compleanno della valdostana bronzo olimpico di Atlanta ’96, auguri!). Brunet corse in 14:44.50 pochi giorni dopo le Olimpiadi americane, Battocletti si è spinta fino a 14:46.29 nella finale dei Giochi, meno di due secondi di gap. Dopo l’undicesima piazza nei 3000 di Doha nella prima tappa della Diamond League (8:50.66), la mezzofondista allenata dal papà Giuliano torna sulla distanza preferita per misurarsi con tre atlete di primissima fascia, con primato personale inferiore ai 14:30: oltre a Taye (14:14.09), peraltro bronzo dei recenti Mondiali indoor nei 3000, anche la burundiana Francine Niyonsaba (14:25.34) già a segno nei 3000 di Doha, e l’altra etiope Fantu Worku (14:26.80). Annunciate al via altre due etiopi (Dawit Seyaum e Hawi Feysa) e la campionessa europea del cross Karoline Bjerkeli Grovdal (Norvegia). “Ho visto le partenti e sarà una bella gara - le parole di Nadia alla vigilia - ma non la considero la giornata per fare il ‘tempone’: per quanto riguarda il cronometro punto di più sulla gara di Oslo del 16 giugno. La prendo invece come una sfida per aprire veramente la stagione”.

SABBATINI, RITORNO A BIRMINGHAM - “Sono molto felice di iniziare a gareggiare e di fare gli 800 metri - il commento pre-gara di Gaia Sabbatini - È la prima volta che mi cimento in questa specialità in Diamond League e quindi sono molto curiosa di vedere come andrà. Gli 800 mi divertono e mi velocizzano in vista dei 1500, quindi per me sono fondamentali”. Birmingham per lanciare Eugene. Il doppio giro di pista per proiettarsi verso la sua specialità, che la vedrà tra le stelle dell’Oregon la settimana prossima. La mezzofondista delle Fiamme Azzurre ha un feeling particolare con la città di Birmingham: in inverno ha siglato proprio qui il record italiano indoor dei 1000 metri al debutto stagionale. Anche stavolta sarà un esordio, per la 22enne teramana allenata a Castelporziano (Roma) da Andrea Ceccarelli. Non è la sua distanza ma è pur sempre la campionessa italiana indoor degli 800 con il crono più che incoraggiante di 2:00.75 e nel Regno Unito si confronta con alcune fuoriclasse della specialità, come l’argento olimpico Keely Hodgkinson (1:55.88 a Tokyo), l’altra britannica Alexandra Bell e la giamaicana Natoya Goule entrambe finaliste olimpiche. 

LE ALTRE GARE - Sulla pista di Birmingham, nei 100 metri, è atteso Trayvon Bromell (Stati Uniti) con il campione olimpico dei 200 Andre De Grasse (Canada). Dopo l’annunciato forfait della tripla corona di Tokyo Elaine Thompson-Herah, resta comunque d’interesse la gara dei 100 femminili con Gabby Thomas e la britannica Dina Asher-Smith. Asta con la campionessa olimpica Katie Nageotte (Stati Uniti), lungo con l’oro di Tokyo Malaika Mihambo (Germania) e l’oro di Belgrado Ivana Vuleta (Serbia), disco con l’olimpionico Daniel Stahl (Svezia), 110hs con il re dei Giochi Hansle Parchment, 400hs con la statunitense campionessa del mondo Dalilah Muhammad, 1500 con il duello tutto scozzese tra Laura Muir e Jemma Reekie.

DIRETTA TV - La tappa di Birmingham della Wanda Diamond League sarà trasmessa in diretta tv sabato 21 maggio su RaiSport+HD e su Sky Sport Arena dalle 15 alle 17.

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate